"Niente è più patetico di una persona priva di senso di autocritica che si crede PERFETTA solo perchè fa l'un per cento di quello che bisogna fare per essere...appena accettabili." (Gianni Leone)

SUPPER-YS

SUPPER-YS

TRANSLATE

Visualizzazione post con etichetta FOTO. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta FOTO. Mostra tutti i post

lunedì 8 luglio 2013

GIANNI 70-79-13

Città Frontale 1970
LeoNero 1979
Gianni-Elena 22-6-2013
G.Leone-L.Ajello-T.Esposito-Roma 2011

domenica 25 novembre 2012

MANNEQUIN





Il quadro appeso sopra la copertina dell'album "YS", raffigura il volto di Gianni Leone. L'opera è stata realizzata dall'architetto e pittore Giovanni Truncellito. Truncellito, per chi non lo conoscesse, è un artista che dipinge con straordinaria complessità, qualità interpretativa e ampio spettro cromatico. I suoi quadri presentano un denominatore comune, l'espressione dell'eros nelle varie forme. La sua pittura è solare. Il sole vi entra con tutti i più splendenti toni del giallo denso di carica erotica tale da accentuare le passioni più intime e le emozioni più forti. Qui trovate il sito dell'artista con la sua esposizione di quadri che, guarda caso, si chiama "I grandi "divertissements" del BALLETTO"
Hammond model-L-222
Questo è l'organo Hammond con il quale Gianni scrisse e compose l'intero album "YS" che venne definitivamente pubblicato nel Giugno del 1972. La serie L-100 arrivò sul mercato nel 1961 e, fino al 1972, la casa produttrice "Hammond" costruì vari modelli tra cui appunto L-222. Questo strumento venne impiegato dai più grandi artisti del tempo, vale la pena di ricordare K.Emerson, T.Banks (Genesis), Vangelis, M.Fisher (Procol Harum). Anche J.P.Jones (Led Zeppelin) e R.Wright (Pink Floyd) suonarono con l'Hammond della serie L dopo aver precedentemente usato quello della serie M.



venerdì 31 agosto 2012

IMMAGINI


Gianni Leone e il maestro Claudio Simonetti in una pausa nel corso del concerto a La Spezia. Gennaio 2012


L'artista Franco Assenza in una sua composizione dedicata al Balletto di Bronzo


Locandina storica del 1972 in occasione del concerto del Balletto di Bronzo a Castel S. Pietro Terme


Quest'ultima foto raffigura il famoso "Casolare" a Coriano (RN), dove vissero i componenti del Balletto di Bronzo negli anni 70'. La saracinesca e il cancello a sinistra custodiscono attrezzi e macchinari agricoli, alcuni dei quali servono per la produzione di miele. Infatti, sul retro, vi è una serie di arnie densamente affollate di api. Giugno 2012. La foto mi è stata spedita dal proprietario, Nicola Pelliccioni, che gestisce l'agriturismo CaseMori a poche centinaia di metri dal Casolare.